Valle d ‘ Aosta

Rate this post

Valle d ' AostaLa più piccola delle aree italiane, la Valle d’Aosta si trova nel nord Italia. Il vicino settentrionale è la Svizzera, l’occidentale è la Francia e il resto dell’area confina con la regione “casa” del Piemonte. La sua zona prevalentemente collinare è più noto per le alte cime torreggianti, in particolare la leggendaria montagna più alta possibile in Europa Monte Bianco, ma anche il Monte Rosa, Cervino-Cervino. Montagne maestose, mescolate a valli, incorporano in un’altra destinazione turistica significativa, che è la Foresta Nazionale del Gran Paradiso (Tal. Parco Nazionale del Gran Paradiso). I visitatori del sito possono vedere gli animali nel loro ambiente naturale, in modo da poter godere ad esempio shammy, Capricorno, ma anche uccelli di vittima.

Se amate lo snowboard, lo snowboard, il pattinaggio o le passeggiate, in Valle d’Aosta entrerete subito nella vostra mente le famose località sciistiche di Cervinia, Courmayeur o Pila, riconosciute ad ogni vero appassionato di sport invernali. Puoi venire qui in qualsiasi momento dell’anno. Le affascinanti montagne sono un ambiente ideale per escursioni a piedi, arrampicate, ma anche ciclismo o snowboard da fondo. Se sei un tipo audace, ti consigliamo di esplorare le acque locali by sia in canoa che in pletora.

Guida turistica

Guida turisticaLa punta nord-occidentale dell’Italia è il territorio dell’area della Valle dAosta, che copre un’area di 3. 263km2, densità di popolazione (37 ob./ km2) e con una popolazione di 121.000 abitanti, si classifica all’ultimo posto, dodicesimo in Italia. Circonda l’area del Rodano Alpi della Francia a ovest, la Svizzera a nord, così come il Piemonte a est. Sono gli stati vicini che hanno un’influenza eccellente sulla circostanza politica, sulla società, sulla lingua, ecc. Per molti secoli Aosta è stata parte della Francia. La popolazione regionale-i valdostani-parla la lingua francese, con il francese che è la lingua ufficiale insieme all’italiano. Una minoranza della popolazione che vive nella parte orientale della zona parla il dialetto tedesco. L’area più piccola è riuscita a conquistare uno status di autogoverno, quindi quasi tutti gli obblighi fiscali vanno piuttosto a Roma, al proprio Tesoro. In termini di reddito pro capite, è tra le regioni più ricche d’Italia. Le risorse di Aosta è anche chiamata Roma alpina. La maggior parte della regione dipende dall’atmosfera alpina. Le colline sono l’aspetto determinante per tutti i luoghi della vita delle persone. La Valle d’Aosta è sempre stata un percorso essenziale attraverso le Alpi, come confermano i numerosi castelli. La rilevanza della valle come arteria di trasporto si espanse ancora di più dopo l’apertura di un tunnel sotto la vetta più grande d’Europa – Mont Space (Monte Bianco ), situato al confine con la Francia. Così, la quantità di turismo sciistico, che proviene dalla principale fonte di reddito della zona, ha effettivamente sollevato un certo numero di volte. L’autostrada che porta dalla piemontese Torino alla francese Chamonix è fiancheggiata da castelli che sono degni dell’interesse dei visitatori del sito per i panorami. Le Alte Alpi attirano gli amanti del turismo collinare e degli alpinisti, le stazioni sciistiche ideali riempiono le località locali di sciatori in inverno. La natura è stata in realtà generosa con questo piccolo pezzo d’Europa, grazie al fatto che Valdostania mostra ai francesi la collina più alta d’Europa – Mont Space (4.810 m), con gli svizzeri 5. il Cervino più alto (4.478 m) così come al confine con il Piemonte esiste il 2 ° più alto possibile Monte Rosa (4.633 m). I mesi invernali più consistenti lo sport ricreativo-sci ha creato problemi notevoli negli alberghi di Courmayeur, Breuil-Cervinia-Valtournenche, La Thuile, Gressoney-St. Jean, Pila-Valle di Cogne …

Destinazioni e anche avventure

Destinazioni e anche avventureCastelli-il tunnel recentemente aperto sotto il Monte Bianco ha offerto un significato fantastico all’autostrada A5 che da Milano attraversa Torino, portando alla francese Chamonix. Conduce attraverso la valle attraverso l’intera regione, che era di meraviglioso significato nel lontano passato, come un sentiero con le Alpi. La valle è fiancheggiata da una serie di castelli, che meritano un’escursione di diversi giorni dei panorami torreggianti, imparando di più sullo sfondo romano-gotico. La valle è densamente intrecciata con castelli, con uno visibile all’altro in modo che possano scambiare segnali visivi tra loro. Partendo dal Piemonte si trova il primo castello sopra la comunità di Pont St. Martin-un poeta fortezza difficile da raggiungere, che servì anche nel progetto dominante a Napoleone. Castello d Issogne-si trova sotto la comunità di Verres,è ristrutturato così come anche se appare come un castello servito come una cittadella, Castello di Verres-migliorato una roccia sporgente, eseguita per lo più un obiettivo di guardia, Castello di Ussel, Castello di Fenis – vicino al finanziamento, offerto non come una fortezza, ma come un’elegante casa della nobiltà. Verso il finanziamento ci sono altri 2-Castello di Sarre in cui è oggi il Museo della casa reale, Castello di St. Pierre con la Galleria Naturale. Escursionismo grazie alla presenza di altipiani ottimali con massicci superiori ai 4.000 m, la località è il centro della passione per gli alpinisti e gli scialpinisti. Un turista regolare dovrebbe trasferirsi in alta montagna solo lungo percorsi escursionistici segnalati, o su passeggiate più difficili accompagnati da una guida in collina. Intriganti per il turismo sono le località del Monte Bianco, Cervino, Monte Rosa e anche uno dei più ricercati Parco Nazionale del Nonna Paradiso sotto l’omonima collina con un’altezza di 4.061 m. Quando si cammina in montagna, non ignorare l’attrezzatura, anche nella stagione estiva si raggiunge spesso l’altitudine con un livello di temperatura inferiore allo zero, di conseguenza i dispositivi del turista sono un cappotto di alta qualità, ottime scarpe da pista, magliette, borsa di riposo, zaino, berretto, occhiali da sole, crema solare, mensa, torcia elettrica. In montagna è fondamentale seguire le indicazioni del servizio di montagna, e anche di recente un cellulare funzionante e una mappa turistica con percorsi significativi fare riferimento al programma.

Snowboard valle daosta / Italia

Snowboard valle daosta / ItaliaCourmayeur-una splendida località sciistica sul versante italiano dell’imponente gigante del monte Bianco (4.810 m), proviene dagli antichi insediamenti montani, dove l’edificio iniziale e la costruzione sono stati conservati. Fornisce tutti i tipi di attività sciistiche, oltre 100 km di piste ben preparate di tutti i gradi di difficoltà. Le automobili del cavo vi portano ai pendii sulla pianura tra il monte chetir (2.343 m) e anche la sella tete youlaz (2.631 m), che partono direttamente in città. La pendenza più lunga determina più di 6 km. Delle superfici confinanti, molti sono adatti per gli appassionati di oidio vergine. Il punto di forza è la discesa delle pianure elencate sotto la cima dell’aiguille du midi (3.843 m), dove le macchine della televisione via cavo e il camion portano anche dall’hotel di courmayeur, ma allo stesso modo dal lato francese di chamonix, che sono collegati in questo modo e offrono agli sciatori meravigliose possibilità. Molto di più sullo snowboard courmayeur. Un giorno vale la pena di un check – out per la vicina di fama mondiale svizzero verbier, che fa parte di un ulteriore ski-giant Swiss team 4-vallees. Per lo sci di fondo sono previsti 30 km di pista bianca. A courmayeur si scia il più alto grado di snowboard per il tempo libero.

Breuil-Cervinia / valtournenche, Gressoney / Monte Rosa

Breuil-Cervinia / valtournenche, Gressoney / Monte Rosalo ski hotel si sviluppa in una splendida posizione sotto il gigantesco Cervino (4.478 m, nome italiano “Cervino”), che è anche indicato come il dado di arrampicata. Da Breuil-Cervinia (2.050 m), gli impianti di risalita e le auto a fune portano a Nonna Sometta (3.165 m), attraverso il quale c’è un collegamento con la ridotta città sciistica di Valtournenche (1.524 m), da dove la funivia si traduce nel comprensorio sciistico sulle pendici del Cervino. Sul lato svizzero c’è Zermatt-un resort accattivante, che gli amanti dello sci non richiedono di essere presentati. Nessun desiderio difficile, sciare 365 giorni all’anno, un paradiso sportivo invernale per i bambini di sciatori ricreativi e professionisti. Il link Valtournenche-Zermatt appartiene ai gioielli alpini, diversi primati, ad esempio 22 chilometri di pista da” Klein Matterhorn” a Valtournenche e anche 17 km di pista a Zermatt, piste perfettamente mantenute per tutte le classificazioni di sciatori, un numero sufficiente di aree sciistiche aperte, piste da corsa, snowcross, snowboard, sport invernali alpini, slittino, sport invernali di fondo, un totale di 197 chilometri di piste, innumerevoli ristoranti precisamente le piste, esperienze straordinarie, cattura di alta qualità nella collezione di conquistati top-ski-resort. posizione enorme sotto 2. il gigante alpino, che è stato chiamato dopo la forma della pietra rosa-Monte Rosa offre un terreno eccezionale per lo sci. Attraverso tre valli (Valle dAyas, Valle di Gressoney, Valsesya), è stata costruita una stazione sciistica che collega i comuni di Champoluc, Gressoney (entrambi Aosta) con la piemontese Alagna. Dal punto più alto del comprensorio sciistico, che è la stazione a monte del veicolo a filo Punta Indren (3.260 m), la più lunga pista nera e rossa, che ha un’altitudine di oltre 2.000 m, porta all’imbarco di Alagna Valsesia (1.212 m). In totale, ci sono 61 tracce con una lunghezza di 180 km di pendenze preparate di tutti i livelli problematici. Problemi eccezionali per gli amanti dei terreni gratuiti, di cui ce ne sono innumerevoli. Paradiso per lo sci in polvere, scialpinisti, snowboarder e anche scalatori. Altro su snowboard Monterosa.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here