• SPINNING ON LINE - Magazine per appassionati di pesca con artificiali
\\ Home Page : Articolo

TESTATI DAVVERO: Il FLITZ e l' M(èm)performance della TACKLE HOUSE

Di Giuseppe Boschetti (del 16/12/2011 @ 17:27:34, in Testati davvero, letto 15831 volte)
Il FLITZ 120mm 75g e l' M(èm)performance da 168mm 27g sono entrambi esche della casa giapponese TACKLE HOUSE. La prima è floatting e raggiunge una profondità dichiarata di 90 cm. La seconda è invece affondante. Entrambe presentano un'interessante effetto cangiante della colorazione durante il recupero. Nulla da dire per quanto riguarda la loro realizzazione. Ottima costruzione e ottimi materiali. Unico neo nella confezione è la mancanza di un minimo di descrizione/spiegazione in lingua inglese oltre alla ovvia nipponica. Non si capisce invece il motivo commerciale della vendita del FLITZ senza ancorine. Nella foto sono presenti solamente perchè le abbiamo messe noi per rendere l'idea completa dell'esca. Nati per un'uso marino sia per la traina sia per il lancio, le loro "prede naturali" sono rappresentate da branzini, palamite e tonnetti. Ma ha senso usarle in acqua dolce? E' la domanda che ci siamo posti a cui abbiamo tentato di dare una risposta. Senza dubbio a livello di traina sui laghi o fiumi dove è permesso, non ci sono controindicazioni, non fa differenza se l'acqua è dolce o salata! Ma da terra? Qui qualche discordanza con quanto dichiara la casa costruttrice c'è, dovuto ovviamente all'utilizzo diverso da quello per cui sono state progettate.
Iniziamo ad analizzare il modello M(èm). Al suo interno è presente una sferetta che può muoversi sino alla coda. L'immagine relativa potete vederla sul loro sito insieme ovviamente al loro catalogo. Questo fa si che durante il lancio il peso si sposti verso la coda permettendo di raggiungere maggiori distanze, rispetto ad altre esche analoghe, senza il pericolo che un'ancoretta si agganci al filo. Ma non è il solo vantaggio. I suoni emessi sono più cupi ed intensi, diversi dai soliti a cui siamo abituati. Al recupero, anche lentissimo, si muove prontamente e con uno scodinzolare ampio che si riduce aumentando la velocià di recupero amumentando anche in proporzione le vibrazioni emesse. L'assetto è sempre perfetto. Movimento bello ed interessante. Reagisce bene anche a piccoli strappetti scartando rapidamente ma non spanciando troppo. La profondità raggiunta durante il recupero anche veloce non è mai arrivata ai 90 cm dichiarati , decisamente molto meno circa la metà. Può andare bene per passaggi sopra gli erbai , nei canali poco profondi ma non se dobbiamo raggiungere maggiori profondità per insidiare lucci, siluri od altri grossi predatori nelle buche dove spesso stazionano. Si può ovviare al problema mettendo un piombo in testa dove si aggancia alla lenza. E' l'unico punto in cui non si hanno brutali deterioramenti durante il recupero. In questo caso va trattento leggermente il filo prima che l'esca cada in acqua per darle il giusto assetto. Può capitare però che un'ancorina si incastri col filo.
Il FLITZ, invece, è un'esca compatta e pesante. Decisamente superiori alla norma le distanze raggiunte in fase di lancio. Sorprende il modo cui l'esca affonda. Si potrebbe pensare che affondi verticalmente, invece no! Grazie alla sua conformazione, affonda orizzontalmente oscillando lateralmente emettendo parecchi sberluccichii. Questo la rende attrattiva a partire dal momento della sua entrata in acqua ancora prima di iniziare il recupero. La TACKLE HOUSE dichiara un'ottima azione anche durante una bassa velocità di recupero. Assolutamente NO !!! Con un'attrezzatura da spinning anche "pesante" non si riesce a farla muovere come un classico minnow neanche per sogno. Qualche leggero miglioramento lo si ha recuperando a velocità molto alte, ma impensabile ripetere un sacco di volte tale tipo di recupero. Troppo stancante. Le cose cambiano, migliorando, utilizzando un'attrezzatura da jerk e quindi jerkando. Comunque scordiamoci il classico movimento scodinzolante. L'esca reagisce in modo pronto anche al più lieve colpetto sbandando ed oscillando lateralmente. Al confronto con un normale jerk il movimento è decisamente migliore, peccato per le dimensioni , intese come volume globale, che sono inferiori. Essendo affondante si riescono a sondare anche le buche più profonde. Come consiglio, considerando l'assetto orizzontale e la paletta sul muso piccola e poco coprente, di inserire solo l'ancorina di coda per evitare il più possibile di incagliarla.
Entrambe le esche non sono decisamente economiche, circa 27 euro per il FLITZ e circa 20 euro per l'M(èm) , prezzi dicembre 2011.
RICERCA
Cerca in SpinningOnLine
 

Il pescatore di tempo - di Michele Marziani
ARTICOLI PUBBLICATI
< dicembre 2016 >
L
M
M
G
V
S
D
   
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
 
             
 Catalogati per mese:
Dicembre 2016
Novembre 2016
Ottobre 2016
Settembre 2016
Agosto 2016
Luglio 2016
Giugno 2016
Maggio 2016
Aprile 2016
Marzo 2016
Febbraio 2016
Gennaio 2016
Dicembre 2015
Novembre 2015
Ottobre 2015
Settembre 2015
Agosto 2015
Luglio 2015
Giugno 2015
Maggio 2015
Aprile 2015
Marzo 2015
Febbraio 2015
Gennaio 2015
Dicembre 2014
Novembre 2014
Ottobre 2014
Settembre 2014
Agosto 2014
Luglio 2014
Giugno 2014
Maggio 2014
Aprile 2014
Marzo 2014
Febbraio 2014
Gennaio 2014
Dicembre 2013
Novembre 2013
Ottobre 2013
Settembre 2013
Agosto 2013
Luglio 2013
Giugno 2013
Maggio 2013
Aprile 2013
Marzo 2013
Febbraio 2013
Gennaio 2013
Dicembre 2012
Novembre 2012
Ottobre 2012
Settembre 2012
Agosto 2012
Luglio 2012
Giugno 2012
Maggio 2012
Aprile 2012
Marzo 2012
Febbraio 2012
Gennaio 2012
Dicembre 2011
Novembre 2011
Ottobre 2011
Settembre 2011
Agosto 2011
Luglio 2011
Giugno 2011
Maggio 2011
Aprile 2011
Marzo 2011
Febbraio 2011
Gennaio 2011
Dicembre 2010
Novembre 2010
Ottobre 2010
Settembre 2010
Agosto 2010
Luglio 2010
Giugno 2010
Maggio 2010
Aprile 2010
Marzo 2010
Febbraio 2010
Gennaio 2010
Dicembre 2009
Novembre 2009
Ottobre 2009
Settembre 2009
Agosto 2009
Luglio 2009
Giugno 2009
Maggio 2009
Aprile 2009
Marzo 2009
Febbraio 2009
Gennaio 2009
Dicembre 2008
Novembre 2008
Ottobre 2008
Settembre 2008
Agosto 2008
Luglio 2008
Giugno 2008
Maggio 2008
Aprile 2008
Marzo 2008
Febbraio 2008
Gennaio 2008
Dicembre 2007
Novembre 2007
Ottobre 2007
Settembre 2007
Agosto 2007
Luglio 2007
Giugno 2007
Maggio 2007
Aprile 2007
Marzo 2007
Febbraio 2007
Gennaio 2007
Dicembre 2006
Novembre 2006
Ottobre 2006
Settembre 2006
Agosto 2006
Luglio 2006
Giugno 2006
Maggio 2006
Aprile 2006
Marzo 2006
Ultimi articoli inseriti
Articoli più letti
SONDAGGIO
Il futuro della pesca sarà solo nelle riserve e cave a pagamento?

 Si
 No
© Alieutica testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Rimini n. 3/2005 - SPINNING ON LINE
© Copyright 2003 - 2016  Tutti i diritti riservati.