• SPINNING ON LINE - Magazine per appassionati di pesca con artificiali
\\ Home Page : Articolo

ESCHE - IL MINNOW

Di Giuseppe Boschetti (del 17/03/2006 @ 21:22:35, in Esche, letto 73878 volte)

Parlando di minnow viene subito in mente il nome Rapala che e' stata la prima a produrli, attualmente altre ditte li fabbricano con ugual rendimento.

Descrizione :
i minnow rappresentano delle imitazioni di piccoli pesci quali alborelle, vaironi, cavedani etc., i cosiddetti pesci "foraggio" prede abituali di lucci, black-bass etc..
i nostri predatori vengono attratti dal loro movimento, molto simile a quello naturale, e dalle vibrazione emesse durante il nuoto. Tali vibrazioni vengono amplificate da eventuali sferette presenti all'interno del corpo dell'esca o dal composizione della stessa, snodata o meno, come detto più avanti.
Realizzati in gomma siliconica, plastica od in balsa, questi ultimi  generalmente, presentano sul muso una paletta piu' o meno pronunciata, che ne influenza il movimento sia di immersione che di "scodinzolamento" e due o tre ancorine, una o due sulla "pancia" ed una in coda.
La versione snodata ( due o tre pezzi giuntati ) ne aumenta le vibrazioni emesse e quindi l'attrattiva. A grandi linee si possono suddividere in tre categorie :

  • galleggianti ( modello Original - floating affondano al massimo 1-1,5 mt.)

  • affondanti ( modello Countdown affonda sino a 2,3 mt.)

  • per "medie e grandi profondità" (modello Fat e Shad Rap, hanno una paletta piu' lunga grazie alla quale quando recuperati affondano sino a circa 4 mt.).

  • suspending è una variazione del  modello "principale" realizzato in plastica cava con all'interno delle sferette per aumentarne le vibrazioni. Tale modello ha il pregio di rimanere "sospeso" piu' a lungo alla profondità che si trova in quel momento del recupero.

Non hanno una protezione antiincaglio, questo e' il loro unico difetto che li rende inutilizzabili in mezzo a zone ricche di ostacoli tipo le ninfee ( si recuperano a lato ) . Si risolve il problema utilizzando imitezioni in gomma innescate con ami piombati antialga meglio ancora ami antialga non piombati usando del filo di piombo da aggiungere o meno a piacimento come zavorra. Tali esche viniliche non sono propriamente dei minnow, presentano una coda piatta perpendicolare al corpo ( che e' senza paletta) utile a produrre le necessarie vibrazioni e scodinzolamenti necessari a dare all'esca un potere catturante.

Pesci interessati e zone di lancio : Tutti i predatori. In tutte le zone "calde" preferite dal pesce che intendiamo insidiare cercando di evitare di lanciarlo in mezzo o sopra gli ostacoli, visto che i "puri" minnow non sono antialga. Il discorso cambia nel caso di imitazioni in gomma, dato che l'esca e' antialga la si puo' lanciare tranquillamente in tutti gli ambienti sia privi che zeppi di ostacoli.

Quale acquistare : la misura ( lunghezza ), indipententemente dal modello snodato o meno ( galleggiante, affondatnte etc. che influenza la profondita' in cui vogliamo pescare ), si sceglie in base al tipo di pesce da insidiare:

  • trota, cavedano, persico reale, scardola : dai 3 cm sino a 5 cm. max 7 cm. Nel caso si voglia insidiare la trota marmorata la misura puo' salire sino ai 9-11 cm.

  • black-bass : dai 5 cm. sino a 7cm. max 9 cm.

  • sandra, luccio : dai 9 cm. sino ai 13 cm.

  • siluro : dai 13 cm in su.

Le colorazioni sono molte, per iniziare consiglio quelle classiche ossia l'argentato ( stile alborella ) e/o dorato ( piccola tinca ) e/o persico reale. Discorso analogo nel caso di imitazioni in gomma. Se conoscete l'inglese nel sito della Rapala ( sezione servizi pagina dei link ) troverete qualunque spiegazione abbiate bisogno dalla scelta all'utitilizzo, particolare o meno .

Come si recupera : iniziamo a spiegare i minnow di seguito le imitazioni in gomma.

  • Minnow : gia' al minimo recupero l'esca e' funzionale e catturante ( scodinzola subito). In teoria basterebbe recuperalro in modo regolare per catturare. Questo e' vero, pero' in natura, un pesciolino non si muove mai in maniera sempre regolare e nella stessa direzione. Quindi per aumentare l'attrattiva della nostra esca variate sia la velocita' di recupero, senza eccedere, sia la direzione dando ogni tanto un piccolo strappetto in modo da farlo immergere un po' di piu' ( tipo picchiata poi col recupero risale specie se il modello e' galleggiante ). Un recupero piuttosto irregolare (strappi - stop - variazioni di direzione e velocita' lenta), tale da far apparire il nostro pesciolino in difficolta' o moribondo e molto gradito al luccio che non ama rincorrere la preda. Passando al black bass, utilizzando un modello galleggiante e recuperandolo "stile popper", ossia strappetti seguiti da pause, puo' risultare l'arma vincente durante il periodo estivo. Per i pesci che principalmente stazionano sul fondo, quali trota marmorata - persico reale - luccio, puo' convenire utilizzare un modello galleggiante e piombare la lenza a circa un metro dall'esca piuttosto di un modello affondante. Si raggiunge sicuramente il fondo ma si riducono i pericoli di incaglio in quanto il minnow, proprio perche' galleggiante, si stacca e rimane sospeso aumentando tra l'altro la sua visibilita' .

  • Imitazioni in gomma : si recupera come il minnow solo che i movimenti vanno piu' accentuati. Questo perche' le vibrazioni vengono emesse dal movimento della coda sotto l'effetto dell'attrito con l'acqua. Infatti recuperato in modo regolare e lento, contrariamente al minnow che scodinzola immediatamente, sembra di recuperare un sasso inerme. Trovare la giusta velocita' di recupero e il modo di dare gli strappetti per farlo muovere in modo simile al minnow non e' cosa semplice. Conviene provare a muoverlo vicino a riva in modo da vedere il suo movimento ed agire di conseguenza. Una volta imparato a manovrarlo spesso sostituisce il minnow, prezzo a parte, per il fatto che e' montato "antialga" e quindi si possono sondare ambienti non possibili col minnow.
RICERCA
Cerca in SpinningOnLine
 

Il pescatore di tempo - di Michele Marziani
ARTICOLI PUBBLICATI
< maggio 2017 >
L
M
M
G
V
S
D
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
       
             
 Catalogati per mese:
Maggio 2017
Aprile 2017
Marzo 2017
Febbraio 2017
Gennaio 2017
Dicembre 2016
Novembre 2016
Ottobre 2016
Settembre 2016
Agosto 2016
Luglio 2016
Giugno 2016
Maggio 2016
Aprile 2016
Marzo 2016
Febbraio 2016
Gennaio 2016
Dicembre 2015
Novembre 2015
Ottobre 2015
Settembre 2015
Agosto 2015
Luglio 2015
Giugno 2015
Maggio 2015
Aprile 2015
Marzo 2015
Febbraio 2015
Gennaio 2015
Dicembre 2014
Novembre 2014
Ottobre 2014
Settembre 2014
Agosto 2014
Luglio 2014
Giugno 2014
Maggio 2014
Aprile 2014
Marzo 2014
Febbraio 2014
Gennaio 2014
Dicembre 2013
Novembre 2013
Ottobre 2013
Settembre 2013
Agosto 2013
Luglio 2013
Giugno 2013
Maggio 2013
Aprile 2013
Marzo 2013
Febbraio 2013
Gennaio 2013
Dicembre 2012
Novembre 2012
Ottobre 2012
Settembre 2012
Agosto 2012
Luglio 2012
Giugno 2012
Maggio 2012
Aprile 2012
Marzo 2012
Febbraio 2012
Gennaio 2012
Dicembre 2011
Novembre 2011
Ottobre 2011
Settembre 2011
Agosto 2011
Luglio 2011
Giugno 2011
Maggio 2011
Aprile 2011
Marzo 2011
Febbraio 2011
Gennaio 2011
Dicembre 2010
Novembre 2010
Ottobre 2010
Settembre 2010
Agosto 2010
Luglio 2010
Giugno 2010
Maggio 2010
Aprile 2010
Marzo 2010
Febbraio 2010
Gennaio 2010
Dicembre 2009
Novembre 2009
Ottobre 2009
Settembre 2009
Agosto 2009
Luglio 2009
Giugno 2009
Maggio 2009
Aprile 2009
Marzo 2009
Febbraio 2009
Gennaio 2009
Dicembre 2008
Novembre 2008
Ottobre 2008
Settembre 2008
Agosto 2008
Luglio 2008
Giugno 2008
Maggio 2008
Aprile 2008
Marzo 2008
Febbraio 2008
Gennaio 2008
Dicembre 2007
Novembre 2007
Ottobre 2007
Settembre 2007
Agosto 2007
Luglio 2007
Giugno 2007
Maggio 2007
Aprile 2007
Marzo 2007
Febbraio 2007
Gennaio 2007
Dicembre 2006
Novembre 2006
Ottobre 2006
Settembre 2006
Agosto 2006
Luglio 2006
Giugno 2006
Maggio 2006
Aprile 2006
Marzo 2006
Ultimi articoli inseriti
Articoli più letti
SONDAGGIO
Il futuro della pesca sarà solo nelle riserve e cave a pagamento?

 Si
 No
© Alieutica testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Rimini n. 3/2005 - SPINNING ON LINE
© Copyright 2003 - 2017  Tutti i diritti riservati.