Logo pinning On Line
• SPINNING ON LINE - Magazine per appassionati di pesca con esche artificiali

I Minnow - Terza parte - i Jerk

Di Gianantonio Conzadori (del 30/01/2015 @ 15:06:59, in Esche, letto 13774 volte)

Un esca che ha vivacizzato lo spinning ai predatori negli ultimi 15 anni è il Jerk.  Se traduciamo il verbo inglese "To Jerk" abbiamo la descrizione precisa di quella che è la sua caratteristica principale ossia " tirare con strattoni " , " dare un colpo o una spinta ". Queste sono le azioni richieste al suo utilizzatore per renderlo efficace verso le prede per le quali è stato ideato : Luccio ,Siluro , Black Bass , l'Aspio e la Trota.Jerk
La sua sagoma è principalmente senza paletta e può presentare , nei modelli più recenti, degli "optional" come per esempio una paletta veramente minima oppure una coda gommosa stile grub.
Le dimensioni variano da pochi cm fino ad oltre i 20 e di conseguenza anche le grammature.
Può essere costruito con vari generi di legno , plastica o resina de avere il corpo pieno o cavo dotato di rattling interni per provocare onde sonore sommerse.
Come per le altre tipologie di artificiali esistono versioni zavorrate affondanti , suspending oppure da superficie , quindi la scelta del jerk verrà fatta in base al predatore che vorremo insidiare e l'ambiente di pesca in cui opereremo. Quindi ilpeso , la colorazione ed altre caratteristiche saranno scelte in funzione di questi fattori.
Il Jerk , come molti artificiali privi di paletta , ha un movimento ampio e lineare senza scodinzolìo , quindi è molto importante renderlo vivo e attraente agendo ,come detto precedentemente , con colpi secchi della nostra canna. Vedremo così l'artificiale deviare la sua traiettoria a destra e a sinistra o schizzarein avanti sbandando e , se abbiamo correttamente eseguito i movimenti, i predatori lo scambieranno per una potenziale preda in fuga o in difficoltà.
Le " jerkate " dovrebbero essere alternate a pause nel recupero o con dei sali-scendi , alzando ed abbassando la canna durante il recupero, in modo così da renderlo maggiormente attrattivo.
L'evoluzione rapidissima che hanno avuto i Jerk , ci ha portato a disporre di una scelta davvero vasta in merito alle case produttrici . Troveremo sagome allungate , panciute o snodate , varianti con code siliconiche tipo grub , ma molta importanza hanno acquisito le colorazioni .  Infatti , oltre alle classiche livree naturali arrivate a livelli di perfezione e realismo eccezionali , possiamo trovare in commercio una gamma di tinte ad alta visibilità molto vivaci , frutto della fantasia dei pescatori e sviluppate con i produttori dopo essere state testate in acqua. Quindi potremo portare con noi diversi colori da alternare e così avere più chance se pescheremo in ambienti poco frequentati  , come in altri più battuti e con predatori diffidenti.
I Jerk si utilizzano in prevalenza con attrezzatura per casting con canne monopezzo dai m. 2,40 a salire o più corte se si pesca dalla barca.
La potenza sarà proporzionata al peso delle esche impiegate con azione generalmente rigida in modo da trasmettere correttamente le jerkate ed allo stesso tempo rapida per essere veloci sulle toccate del predatore.
Negli ultimi tempi sono disponibili sul mercato anche canne in due sezioni , ideali per pescatori che viaggiano molto e necessitano di ingombro più ridotto.
Sul nostro mulinello a bobina rotante imbobineremo un trecciato con caratteristiche adatte alle esche in uso e un cavetto in acciaio rigido con lunghezza tra i 20 e i 30 cm. Una valida alternativa sono anche i cavetti in fluorcarbon di diametro abbondante e con una certa rigidità , da usare in acque particolarmente limpide .
Jerk di piccole e medie dimensioni  si possono lanciare anche con canne da spinning  , variante preferita da molti neofiti che desiderano fare pratica con questo artificiale davvero efficace e catturante , quando recuperato nel modo corretto. Jerk con coda in gomma stile grub
Come già accennato è un'esca eccezionale per il Luccio durante tutta la stagione in cui è attivo e in ambienti diversi come laghi , lanche , cave e canali .
E' attaccato dal Siluro di piccola e media taglia quando caccia in branco durante le piene dei corsi d'acqua , che lo scambia per il suo foraggio abituale . In questo caso i modelli con rattling sono molto efficaci per questa specie sensibile ai rumori e alle vibrazioni .
Anche il Bass in primavera può aggredire il Jerk , per cacciarlo dai nidi di frega oppure per predarlo prima dell'inverno .
Agli appassionati di Luccio è capitato spesso di catturare Bass con Jerk di dimensioni anche notevoli , in particolare esemplari molto grandi . Infine è possibile utilizzare con successo i Jerk per catturare l'Aspio sui grandi fiumi , un predatore molto vorace e divertente , scegliendo colori abbastanza riflettenti e recuperandoli più velocemente rispetto alla normale velocità bassa. Si sono avuti buoni risultati anche per le Trote nei laghetti a pagamento con Jerk fino ai 10 - 12 cm e con colorazioni fluo ad alta visibilità , ideali per questa specie.
Abbiamo a che fare con un'esca artificiale versatile e in cui credere , da provare nei nostri ambienti come all'estero durante una vacanza di pesca . Concludo questa disamina aggiungendo che molti appassionati di auto costruzione si cimentano con i Jerk e ottengono catture di tutto rispetto , fattore che dà ulteriori soddisfazioni alla loro abilità manuale e fantasia .

© Alieutica testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Rimini n. 3/2005 - SPINNING ON LINE
© Copyright 2003 - 2017  Tutti i diritti riservati.