Logo pinning On Line
• SPINNING ON LINE - Magazine per appassionati di pesca con esche artificiali

TESTATI DAVVERO - I "Panfish Assassin" dell'americana Bass Assassin

Di Giuseppe Boschetti (del 06/06/2014 @ 14:47:18, in Testati davvero, letto 12526 volte)
I "Panfish Assassin" sono esche gommose realizzate dall'americana Bass Assassin, vendute in busta contenete 20 pezzi. Altre marche realizzano esche simili sia in dimensioni che forma , a volte denominate micro-minnow , panfish-minnow o nomi similari.
Le dimensioni sono piccole all'incirca 2" scarsi pari a 4/5 cm ed il peso esiguo , adatte quindi allo spinning ultraleggero (Ultra Light) o , come molti erroneamente lo chiamano, Street Fishing.
panfish bass assassinLa busta indica che sono esche mirate per le "Crappie" pesce nord americano appartenete al genere dei "SunFish" della famiglia dei Centrachidi. In italia non ci sono però c'è un suo parente stretto: il persico sole oltre al "cugino" blackbass (persico trota o boccalone) anch'esso facente parte dei Centrarchidi. Il fatto che l'esca venga dichiarata per i Crappie non significa che non vada bene anche per altri pesci e quindi non solo per il persico sole che può raggiungere anche i 25 cm di lunghezza.
I test si sono prolungati per circa un'anno per vederne l'efficacia in tutti i periodi. Decisamente efficace tra fine primavera ed inizio autunno, cala drasticamente nel rimanente periodo.
Gli inneschi che hanno dato maggiori risultati sono stati la classica testina piombata ed il "drop shot" in maniera più o meno simile. Al posto della testina si è a volte usata la montatura Texas con amo antialga per manovrarla in ambienti con rami ed erbe. Ma veniamo ai pesci.
Cavedani , aspi , carpe , scardole non l'hanno neanche presa in considerazione. Indifferenza assoluta!
I persici sole hanno invece dimostrato un'atteggiamento a dir poco stravagante. Durante la frega si limitavano a prendergli la codina e spostarlo dal nido. Stesso comportamento anche al di fuori della frega. Lo spostavano dalla loro zona territoriale con pochissimi attacchi per "mangiarselo". Erano estremamente irritati dalla sua presenza e basta.
Qualche piccolo perca è stato catturato prevalentemente verso l'autunno.
Meglio coi persici reali. Oltre ad inseguirla incuriositi, spesso gli davano una bella morsicata. Periodo migliore il pre frega e tra fine estate e l'autunno.
Per i lucci il periodo migliore si è rilevato tra la fine primavera e l'estate con parecchi attacchi ma con taglie piccole al massimo 25 cm. Per fortuna tutti allamati in punta "di becco" e quindi non vi sono stati problemi di slamatura.
Sorprendente invece il comportamento dei bass. Attacchi decisamente aggressivi in qualsiasi periodo in cui erano in attività. Piccola la taglia delle catture intorno ai 20/25 cm. Probabilmente più "ingenui" ed assatanati dei fratelli maggiori. La foga dell'attacco portava , in alcuni casi, all'ingoio dell'esca sino all'esofago con conseguente sanguinamento il che significa morte sicura anche tagliando il filo.
Tirando le somme , l'esca funziona e merita di essere provata. Come consiglio evitate zone con parecchi bass altrimenti probabilmente dovrete rinunciare al catch&release. Piuttosto che far agonizzare un bass destinato alla morte, meglio che finisca in padella!
© Alieutica testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Rimini n. 3/2005 - SPINNING ON LINE
© Copyright 2003 - 2017  Tutti i diritti riservati.