Logo pinning On Line
• SPINNING ON LINE - Magazine per appassionati di pesca con esche artificiali

ITINERARIO LIGURIA - Riserva di PONTE DI SAVIGNONE (GE)

Di Gianantonio Conzadori (del 03/11/2011 @ 17:11:00, in Liguria, letto 27558 volte)
Come arrivare: Situata nell'immediato entroterra genovese , più precisamente a Ponte di Savignone in alta Valle Scrivia , è la riserva "turistica" gestita dalla Società Pescasportivi Alta Valle Scrivia , una delle realtà associative di pesca sportiva storiche della Liguria.
Facilissima da raggiungere , basta prendere l'autostrada MI - GE e uscire al casello di Busalla , dal quale parte immediatamente la provinciale che porta verso l'alta valle in direzione di Savignone - Casella.
Dopo un paio di chilometri si arriva alla frazione Ponte di Savignone da cui si accede al tratto di Scrivia interessato , posteggiando comodamente la vostra auto nel parcheggio a lato strada , vicino al ponte che dà il nome al paese stesso.
mappa ponte di savignone
Descrizione: A un primo colpo d'occhio , per chi non conosce il luogo potrebbe sembrare di pescare in mezzo alle case , invece a parte il tratto strettamente vicino all'accesso principale che rimane comunque più basso di una decina di metri , il resto della riserva è ben naturalizzato con vegetazione ai lati e percorribile agevolmente a piedi su sentieri a lato della sponda sinistra.
La riserva inizia dalla cascata situata appena sotto il parco acquatico kayak e prosegue a valle per circa due chilometri fino alla frazione Isorelle nella località Diga rotta.
Il fiume ha diverse tipologie di corso con grandi buche , raschi , acque veloci e quasi ferme , per cui c'è l'imbarazzo della scelta.
I livelli delle acque sono discreti anche in estate .
Come attrezzatura è consigliata la classica 2,10 m per 20gr.di potenza per le trote di Ponte di Savignone nel tratto "alto" , mentre per quello a valle del ponte che si restringe ed entra nella vegetazione , si consiglia una 1,80 m per 15gr.per muoversi meglio nel sottobosco e raggiungere buche e tane coperte dalle fronde delle piante.
Gli amanti del trotone possono usare anche una 2,40 per 30gr. nei punti più aperti , che sarebbero la prima bucona sotto la cascata e il tratto largo a corrente lenta in mezzo al paese.
Monofilo dello 0,22 - 0,25 o trecciatino dello 0,14 - 0,16 sono perfetti e coprono tutte le possibilità di lotta anche con gli esemplari più grandi che danno sempre filo da torcere.
Se usate la treccia , avere un finalino di nylon o fluorcarbon evita che i denti delle più forti lo danneggino o ancora peggio lo seghino durante i salti e le fughe che non mancano mai.
Come esche Minnows e cucchiaini hanno la precedenza . Per i primi consiglio di portarsi un mini assortimento , dai piccoli 5cm sinking o galleggianti da usare sui raschi o nei punti più stretti e infrascati , mentre nelle buche e nei giri d'acqua 7 - 9 e anche 11 cm sinking per smuovere le trote di taglia grossa . Potete usare con successo anche gli snodati classici in due sezioni oppure i più efficaci da tre.
Per i rotanti vale più o meno lo stesso criterio , misure leggere ( 4 - 5 - 6gr ) per i raschi e le buchette , mentre nei buconi 7 e 9gr saranno perfetti.
Per i colori funzionano indifferentemente le tinte naturali e le fluo , da adattare chiaramente al tipo di acqua o di luce che incontrerete .
Volendo suddividere , ho catturato iridee e salmerini quasi sempre con i colori fluo , mentre le fario hanno avuto preferenze per le naturali riflettenti .
Pescare a Ponte di Savignone è un po' più facile rispetto ad altre riserve turistiche in quanto la prevalenza di iridee consente di fare quota anche al lanciatore meno esperto , ma non è garantito , dipende da voi come sempre e dalla giornata che incontrate.
La vicinanza dell'autostrada le dà un ottimo collegamento anche con località lontane e sebbene sia in un area abbastanza urbanizzata , il fiume è incassato a un livello che gli permette di isolarsi e consente al pescatore di divertirsi , a mio parere.
I permessi li potete fare al bar anche al mattino presto oppure dai guardapesca volontari dell'Associazione Pescatori Valle Scrivia che trovate in paese .
Per scrupolo contattateli sul cellulare che trovate indicato sul sito web e accordatevi con loro , sono molto cordiali.
Potete mangiare presso un ristorante convenzionato con loro , che fa un piccolo sconto ai frequentatori della riserva , altrimenti nella bella stagione potete pranzare al sacco in una bella area barbecue appena al di sotto del parcheggio e con vista sullo Scrivia.

Pesci presenti: Ripolata settimanalmente con trote iridee di buona taglia compresi molti esemplari grossi fino ai 2,5 - 3 kg , fario e salmerini , vede presenti diversi ciprinidi come cavedano, barbo , vairone e carpa che , se allamati dovranno essere rilasciati subito.
Le trote sono di ottima qualità e si ambientano benissimo in questo tratto di Scrivia che fornisce loro tanti ripari e soprattutto nella bella stagione una grande quantità di pesci foraggio e insetti.

Permessi: Per pescare bisogna avere la licenza ed essere affiliati una delle associazioni nazionali come Fipsas , Arcipesca ecc. Info dettagliate potete leggerle sul loro sito www.pescaaltavallescrivia.org
Il permesso che può essere mattutino o pomeridiano permette la cattura e la trattenuta obbligatoria di 5 salmonidi e costa 15,00 euro (prezzo 2011). Si può pescare con tutte le tecniche , compresa la mosca e lo spinning , aspetto che ci interessa principalmente

Previsioni meteo della zona Mappa aerea Itinerario
© Alieutica testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Rimini n. 3/2005 - SPINNING ON LINE
© Copyright 2003 - 2017  Tutti i diritti riservati.