Logo pinning On Line
• SPINNING ON LINE - Magazine per appassionati di pesca con esche artificiali

NEWS - "NO TUBE", la stretta finale

Di Redazione (del 16/06/2010 @ 10:52:24, in News, letto 23049 volte)
Riceviamo e pubblichiamo:

Cari amici pescatori e non, Il momento è molto delicato. Le forze che per tre anni hanno fatto di tutto
per rapinare i nostri fiumi, per bypassare la pianificazione e la volontà di 14.000 cittadini, stanno rischiando di prevalere.
A partire dal 18 Giugno il Consiglio Provinciale si riunirà per l'approvazione definitiva di quel Piano territoriale che è stato adottato con molte difficoltà nel Febbraio dell'anno scorso. L'Amministrazione attuale si prepara a scippare ai cittadini quello che abbiamo conquistato con tre anni di lotta.

Diga: il Presidente della Provincia ha annunciato all'assemblea degli industriali che intende avviare il progetto di una nuova diga nelle nostre valli. Nell'incontro fatto un anno fa prima delle elezioni, di fronte alla telecamera, lo stesso Trespidi aveva dichiarato: "Non intendo assolutamente costruire nuove dighe. A Piacenza ne abbiamo già due, bastano e avanzano"

Centraline: il consiglio vuole approvare una osservazione per far sì che i progetti già presentati prima dell'adozione del piano possano venire approvati anche se contrastano con il Piano. Questa cosa è pazzesca. Avremo 15 fiumi che verranno devastati per sempre solo per favorire l'interesse privato.

Potremo dire addio al Nure, al Ronchignasco, al Grondana, al Trebbia a Ottone e a Case Buschi, al Gramizzola, al Remorano, al Gambarello, al Ruffinati, al Curiasca al rio Grande e al Lardana.

Il meglio della natura piacentina. Vogliono farli devastare cosicché, una volta che i buoi saranno scappati (e i soldi intascati), penseranno a chiudere la stalla. Lo stesso Trespidi prima delle elezioni aveva affermato di essere contro questo colpo di mano, perché la pianificazione che era stata fatta fosse immediatamente efficace su tutti i progetti.

Mobilitazione. Di fronte a questo attacco, dobbiamo far di tutto per salvare i nostri fiumi. Dobbiamo richiamare i politici ai loro impegni e a una pianificazione che salvaguardi i beni naturali che, ricordiamo, sono di tutti e non solo dei politici che li amministrano pro-tempore e dei loro amici.

PERCIO'

Venerdì 18 dalle 15.00 in poi organizziamo una grande manifestazione di tutti i comitati in consiglio provinciale.
Lì dobbiamo essere presenti tutti.
E' il momento più importante. Dobbiamo coinvolgere amici, parenti, figli.
Tutti. Dobbiamo andare a sbugiardare chi sta tentano di vendere il nostro territorio.

Claudio ghelfi FIPSAS PC

NO TUBE
© Alieutica testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Rimini n. 3/2005 - SPINNING ON LINE
© Copyright 2003 - 2017  Tutti i diritti riservati.