Logo pinning On Line
• SPINNING ON LINE - Magazine per appassionati di pesca con esche artificiali

TECNICA - I NODI

Di Giuseppe Boschetti (del 11/03/2006 @ 10:28:04, in Tecnica, letto 96656 volte)

Anche i nodi nella pesca hanno la loro importanza. Se non eseguiti correttamente si rischia lo slegamento o la rottura durante il recupero del pesce all'amato, con conseguente perdita dello stesso. L'unico accorgimento da seguire sempre e' quello di inumidire il filo ( generalmente con la saliva ). Cio' serve ad evitare microabrasioni del filo durante il serraggio del nodo dovute allo sfregamento tra le parti. Tali microabrasioni, se si verificano, causano alterazioni sia al filo che al nodo riducendone la tenuta e di conseguenza la loro resistenza alla rottura. Vediamo di seguito i principali nodi necessari da conoscere.

Nodo UniNodo Uni : si utilizza per legare la girella o direttamente l'esca.

Fase 1 : Infilare circa 20 cm. di lenza nell'occhiello e formare un'asola.

Fase 2 : Eseguire 5-6 avvolgimenti attorno alla lenza doppia, formatasi precedentemente ( fase 1 ), all'interno dell'asola. Trattenendo la lenza doppia all'occhiello, tirare la lenza libera nel verso indicato. Si formera' una specie di barilotto.

Fase 3 : Tirare ora la lenza madre, nel verso indicato, serrando cosi' il nodo a contatto con l'occhiello.

Fase 4 : Usando delle forbici tagliare il filo in eccesso.

Nodo JamNodo Jam : si utilizza per legare la girella o direttamente l'esca.

Fase 1 : Infilare la lenza nell'occhiello ed effettuare 5-6 giri del capo libero intorno alla lenza. Infilare il capo libero del filo nell'asola formatasi a ridosso dell'occhiello.

Fase 2 : Infilare ora il capo libero del filo nell'altra asola formatasi nella fase 1, come mostrato in figura.

Fase 3 : Tirare ora delicatamente il capo libero sino a serrare il nodo a ridosso dell'occhiello della girella o dell'esca. Usando delle forbici tagliare il filo in eccesso.

Nodo RapalaNodo Rapala : e' un tipo di nodo dedicato ai "puristi" del Rapala da cui anche il nome. Il risultato finale e' un nodo non scorrevole che lascia un occhiello a contatto dell'esca nel quale, la stessa, puo' scorrere liberamente.

Fase 1 : A circa 15 cm. dal termine del capo libero della lenza, effettuare un normale nodo senza serrarlo in modo che formi un "loop". Infilare il capo libero nell'occhiello del Rapala e posizionare il "loop" a circa 1 cm. dall'occhiello. Passare ora il capo libero all'interno del "loop".

Fase 2 : effettuare 5-6 giri del capo libero intorno alla lenza e inserirelo di nuovo nel "loop". Si formera' una nuova asola.

Fase 3 : Passare ora il capo libero all'interno dell'asola. Tenendo fermo con le dita il cappio a ridosso dell'occhiello, tirare contemporaneamente sia la lenza madre che il capo libero. Quando il nodo si sara' stretto tirare solo il capo libero per terminare il serraggio.

Fase 4 : Usando delle forbici tagliare il filo in eccesso. E' piu' facile a farsi che a descriverlo.

Nodo di derivazioneNodo di derivazione : nel caso si utilizzino "esche multiple" ( per esempio piu' popper piccoli in fila o due minnow etc. ) si effettua tale nodo per legare le varie esche alla lenza madre.

Fase 1 : con un'altro filo, a cui verra' agganciata l'esca ( la lunghezza dipende a che distanza, dalla lenza madre, vorrete porla ) formare un anello contenete la lenza madre stessa.

Fase 2-3 : compiere 5-6 spire sull'anello stesso inglobando la lenza madre. Fare attenzione a non accavallare le spire, cio' compromette la tenuta del nodo e lo fa scivolare, sotto trazione, sulla lenza madre.

Fase 4 : tenendo ferme da un lato, con le dita, la lenza madre e il filo tirare delicatamente l'altro capo del filo facendo attenzione a non disfare le spire.

Fase 5 : terminare il serraggio del nodo tirando entrambi i capi del filo nuovo.

Fase 6 : Usando delle forbici tagliare il filo in eccesso da un lato. Sull'altro lato agganciare l'esca. E' piu' facile a farsi che a descriverlo.

© Alieutica testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Rimini n. 3/2005 - SPINNING ON LINE
© Copyright 2003 - 2017  Tutti i diritti riservati.