Logo pinning On Line
• SPINNING ON LINE - Magazine per appassionati di pesca con esche artificiali

TESTATI DAVVERO - Lucci in Irlanda (Agosto 2009)

Di Gianantonio Conzadori (del 23/11/2009 @ 11:55:24, in Testati davvero, letto 30503 volte)
Finalmente , dopo tanti rinvii , sono riuscito a realizzare un viaggio di pesca che desideravo da tempo.
Una full immersion dedicata al re dei predatori , il Luccio , in uno dei paesi europei che amo di più : l'Irlanda.
Siamo in quattro , io , Ciccio , Pier e Davide e per questo soggiorno ci appoggeremo all'organizzazione di Pikepride (www.pikepride.com) uno dei tour operator per l'Eire tra quelli più gettonati dai pescatori italiani , prenotando una settimana in agosto con l'opzione Fishing House.
Non abbiamo detto di essere autori ed utenti di SpinningOnLine in modo da non avere favoritismi di nessun tipo ed essere trattati come tutti gli altri.
Decidiamo subito di portare la nostra attrezzatura personale che trasporteremo nel bagaglio e in un tubone rigido adatto alla protezione delle canne.
Scelgo di pescare sia a spinning che a casting , mentre gli amici principalmente a casting, per raggiungere l'obiettivo che sarà il tormentone di tutta la vacanza : il Luccio da almeno un metro di lunghezza, detto simpaticamente "la metrata" ,nei nostri discorsi quotidiani .
Il viaggio è trascorso senza problemi e arrivati a Roscommon abbiamo fatto conoscenza con Stefano e le sue guide italiane Andrea, Spupy e Marco , i quali ci hanno descritto nei dettagli cosa ci avrebbe atteso dopo una primavera molto piovosa , durante la quale i corsi d'acqua erano stati poco praticabili.
Ci avrebbero portato a lanciare nei fiumi Suck e Shannon rientrati nei loro alvei normali , sul lago Ree e in diversi altri specchi d'acqua minori .
In Irlanda il Luccio è tutelato seriamente , per cui una volta catturato , maneggiato e slamato con cautela , si fotografa e va rilasciato nel suo ambiente naturale.

River Suck
Il Suck è un affluente del grande Shannon e attraversa le campagne incontaminate irlandesi. Ha larghezza che varia da pochi metri a diverse decine , con bracci lenti quasi fermi e altri con corrente veloce ,ma sempre circondato da vegetazione rigogliosa e soprattutto ricchissimo di pesci.
Gli amici impazienti ne hanno testato le acque fin dal primo giorno, nel tratto che scorre a poche decine di metri dalla fishing house, catturando qualche luccetto lanciando da riva spinnerbait e jerk poco affondanti. In questo tratto i lucci stazionano dentro gli erbai e nei sottoriva , per cui avvicinarsi in silenzio è sempre buona cosa, anche se non facile .
E' un fiume navigabile e lo abbiamo disceso due volte , in tratti differenti , sulle barche canadian di Pikepride , divisi a coppie e con una delle guide a disposizione .
Abbiamo pescato lucci dai 60 ai 90 cm in ambienti che variavano dallo stagno con ninfee e canneto , innescando imitazioni di rane in gomma che provocavano attacchi eccezionali a galla, oppure con jerk di grandi dimensioni nei sottosponda più puliti .
I colori preferiti dagli esocidi sono stati il marrone / nero / blu per spinner e jig , mentre per jerk e creature in gomma il col. Persico , Fire Tiger e altri vivaci sia commerciali che artigianali.
Nei bracci veloci ci si faceva portare dalla corrente del Suck , lanciando gli artificiali lungo i canneti , sopra gli erbai o sotto i numerosi alberi spioventi sul fiume, sempre con tante catture e slamature dopo attimi di lotta emozionante . Non sono mancati inseguimenti e attacchi di bei persici .
I lucci d'Irlanda mangiano bene e ce ne siamo accorti fin dal primo giorno ! Hanno a disposizione acque pulitissime e pesce foraggio in abbondanza. Roach , persici reali e brown trout li mantengono in ottima forma fisica, oltre che in quantità invidiabili per noi pescatori abituati a lanciare in acque molto meno ricche.
E' capitato di agganciare lucci in spot dove poco prima il compagno di barca aveva lanciato senza successo o di avere contemporaneamente pesci in canna e la guida fare l'equilibrista per facilitarci il salpaggio delle prede. Personalmente , ho utilizzato jerk di varie dimensioni e colori con la canna da casting , mentre ho lanciato minnows ,spinnerbit e jig con quella da spinning.
Pikepride mette a disposizione dei clienti qualche bellyboat a noleggio , così Davide , Ciccio e Pier ne hanno approfittato per fare una gita sul Suck , trasportati dalla sua corrente e divertendosi moltissimo. Nel tratto navigato lungo circa 10 km , hanno catturato una decina di lucci dai 60 cm fino a circa 100, pescando nei sottoriva e lottando duramente per salpare i pesci più belli da fotografare.
Il tutto immersi in un paesaggio da fiaba , circondati da animali selvatici e dalle immancabili mandrie di mucche al pascolo.

Lough Ree
Il Lago Ree è formato dal fiume Shannon ed è un ambiente nel quale le possibilità di cattura sono molto alte. Pescando dalla barca , quasi sempre in deriva a causa del forte vento , si possono sondare canneti, erbai sommersi , secche e isolotti .
Il luccio è presente sempre e seguendo i consigli della guida per esche e colori adatti, si possono avere molti attacchi di esemplari dai 50 cm fino al metro abbondante .
Considerando che si pescava su fondali di 3 metri in media , a ridosso del "gradino" lungo il quale stazionavano gli esemplari più belli , la tecnica più efficace era un recupero velocissimo dell'artificiale nel caso di spinnerbait e jigs , così da imitare la fuga delle prede preferite del luccio , evitando nello stesso tempo di incagliare nei numerosi erbai sommersi.
Gli attacchi sono stati quasi sempre molto violenti e non si contano le slamature a pochi metri dalla barca !
Anche i jerk , i replicant e i buldawg sono stati utilizzati con successo , recuperati sotto il pelo dell'acqua abbastanza velocemente, perché come ho già detto i lucci irlandesi sono molto aggressivi e forti.
I colori più efficaci sono stati il bianco, il blu e il marrone per gli spinner e jig , mentre il persico P , firetiger FT , dorato per jerk e le esche più grandi. Ma la scelta o il cambio dell'esca andava fatta velocemente , perché pescando in leggera deriva la barca cambiava posizione di continuo e di conseguenza si rischiava di perdere lo spot e punti di riferimento .
Molto influenti sull'attività dei lucci , sono stati anche i cambi di luce nell'arco della giornata. Infatti il forte vento portava nuvole o sereno intervallati da pochi minuti e durante queste variazioni abbiamo notato una maggiore attività degli esocidi , sempre a caccia del loro foraggio preferito , persici e roach.
Concludendo, nel corso delle due navigazioni sul Ree , ci siamo trovati di fronte a variabili di pesca differenti e stimolanti. Per noi le catture non sono state numerose , ma di bella taglia .

River Shannon
Il maggiore fiume d'Irlanda è quello che somiglia di più ai nostri di casa , come portata d'acqua, corrente e larghezza. Il tratto sul quale abbiamo pescato è vicino alla città di Athlone , a poca distanza dall'antica abbazia di Clonmacnoise .
Giornata piovosa e con vento fortissimo che ci ha costretto a pescare in deriva , sondando le due sponde alternandoci con gli amici dell'altra barca.
Anche quà come negli altri spot , abbiamo lanciato artificiali di vario genere recuperandoli sempre velocemente appena sotto il pelo dell'acqua , avendo attacchi molteplici e violenti dai lucci che stazionavano negli erbai sottostanti o nelle acque meno profonde lungo la sponda , prevalentemente a canneto.
Per un pescatore "terrestre" come me è stata sicuramente una giornata da sfinimento , ma eccezionale da un punto di vista emotivo ! Infatti avremo risalito e disceso il fiume almeno una ventina di volte controvento, controcorrente e sotto una pioggia fittissima .
Le catture sono state numerose per entrambi gli equipaggi con esemplari mai al di sotto dei 70 cm fino ai 100 .
Anche in questo caso l'esperienza e i consigli delle nostre guide , si sono dimostrati preziosissimi .

Tirando le somme, la mia prima pescata in Irlanda è stata soddisfacente e divertente . La "metrata" è uscita dall'acqua diverse volte (non per me purtroppo!) , immortalata e rilasciata in buone condizioni .
Il clima è stato variabile con pioggia e vento quasi tutti i giorni , ma non sono mancate gli sprazzi di sole . Quindi se pensate di farci un salto , portatevi l'abbigliamento adatto.
L'accoglienza e il servizio di Pikepride mi è piaciuto e sanno farti sentire come a casa .
Posso condensare questa esperienza in poche parole :
Emozioni , natura incontaminata , simpatia e Lucci !
© Alieutica testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Rimini n. 3/2005 - SPINNING ON LINE
© Copyright 2003 - 2017  Tutti i diritti riservati.