Logo pinning On Line
• SPINNING ON LINE - Magazine per appassionati di pesca con esche artificiali

NEWS - Autodisciplina 2008 - uniti per la salvaguardia delle acque libere

Di Redazione (del 02/12/2008 @ 10:56:54, in News, letto 22205 volte)

Finalizzato ad incrementare il rispetto dei pesci, dell'acqua e della natura, il manifesto Autodisciplina 2008, memore dell'analoga iniziativa degli anni '70 di Carlo Rancati, intende risvegliare nel pescatore moderno una consapevolezza dei problemi ambientali tale da indurlo ad osservare spontaneamente una serie di comportamenti volti, appunto, alla tutela dei pesci e degli ambienti acquatici. Autodisciplina 2008 è infatti anzitutto un impegno che il pescatore prende con se stesso nei confronti dell'ambiente. Benché redatto e discusso inizialmente da pescatori a mosca, il manifesto è rivolto a pescatori praticanti tutte le tecniche. Ecco il testo completo del manifesto:

AUTODISCIPLINA 2008 - Un impegno che ogni pescatore dovrebbe prendere con se stesso per garantire un futuro alle acque libere.

"Consapevole che gli ecosistemi acquatici vivono un momento difficile, considerato che i pesci non sono più una fonte alimentare necessaria, ma un elemento fondamentale perchè il fiume, il mare e con essi, la pesca, continuino a vivere, mi dichiaro pronto a rispettare, oltre quanto previsto dai regolamenti vigenti in materia di pesca, le seguenti norme:

1) Rispettare la natura e l'acqua e in particolare:
- Evitare di lasciare qualsiasi rifiuto, lungo i corsi d'acqua, contribuendo a sensibilizzare in tale senso coloro che ancora non lo fanno.
- Denunciare o segnalare alle autorità competenti evidenti violazioni di legge in materia di tutela ambientale.
- Fare volontariato presso club o associazioni di pesca in attività a tutela dell'ecosistema acquatico almeno due volte all'anno.

2) Rispettare gli altri e in particolare:
- Essere gentili e privi di atteggiamenti di presunta superiorità nei confronti di altri pescatori o frequentatori degli ambienti fluviali che rispettano le leggi vigenti.
- Rispettare i pescatori che sono arrivati prima senza invadere il loro luogo di pesca e mantenendo una distanza congrua a non pregiudicare la qualità della loro pesca.
- Tenere un comportamento rispettoso e collaborativo nei confronti del personale di vigilanza, informandosi preventivamente su come contattarlo in caso di necessità, e chiamandolo ogni volta che si riscontra un'ipotetica infrazione.

3) Rispettare i pesci e in particolare:
- Evitare accuratamente la pesca e l'entrata in acqua nelle zone in cui ci sono freghe in atto.
Minimizzare lo stress che subiscono applicando i seguenti accorgimenti :
- Usare montature che, a seconda della tecnica di pesca, minimizzino il danno ai pesci durante il recupero, utilizzando ami o ancorette (su esche di taglia) senza ardiglione (*)
- Ridurre i tempi di recupero e di rilascio
- Usare possibilmente guadini con rete tesa
- Liberare, se possibile, il pesce in acqua maneggiandolo con delicatezza
- In caso si incontrino difficoltà nel liberare l'amo, recidere il filo
- Limitare il più possibile le foto, dei pesci, fuori dall'acqua
- Nella libertà della scelta di trattenere pesci secondo le normative locali vigenti, limitare l'eventuale prelievo di salmonidi autoctoni a un solo esemplare, rilasciando sempre le specie che nei singoli bacini corrono rischio di estinzione (ad esempio: marmorata, temolo pinna blu, e luccio padano).
Per le altre specie autoctone non a rischio di estinzione, comportarsi nel modo seguente:
- nelle acque dolci limitare l'eventuale prelievo alla metà di quanto previsto dalle normative locali vigenti. Per quelle alloctone attenersi alle disposizioni dei singoli bacini.
- In mare limitare il prelievo, nei limiti previsti dalla legge, a ciò che può essere destinato al consumo alimentare diretto.

(*) Per ogni tecnica di pesca saranno redatte una serie di note esplicative raccomandate.

Autodisciplina, vista l'oggettiva difficoltà delle acque italiane ad autosostenersi, incoraggia la pratica di rilascio del pescato.

I pescatori che vogliono aderire ad Autodisciplina 2008 possono inviare un'email al seguente indirizzo: auto2008@fastwebnet.it fornendo i seguenti dati: Nome e Cognome, Provincia, Eventuale Club o Società di appartenenza, Email dove desiderano essere aggiornati sugli sviluppi dell'iniziativa.

© Alieutica testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Rimini n. 3/2005 - SPINNING ON LINE
© Copyright 2003 - 2017  Tutti i diritti riservati.