Logo pinning On Line
• SPINNING ON LINE - Magazine per appassionati di pesca con esche artificiali

CUCINA - Pesce Azzurro alla griglia, una "ricetta" semplice e gustosa!

Di Redazione (del 12/05/2008 @ 17:00:44, in Cucina, letto 60532 volte)
L'amico Gianfranco, oltre a commentare gli itinerari della Sardegna, ci suggerisce questo piatto gustosissimo che noi pubblichiamo volentieri.

Ecco una "ricetta" rustica, anzi: rusticissima, anzi: più rustica di cosi non esiste. grigliata
"Ricetta" è tra virgolette perchè, come non si può definire ricetta il modo di cucinare uova alla coque o al guscio, questa preparazione è troppo semplice per essere definita, appunto "ricetta".
"Preparazione" è una definizione più adeguata, e provarla vi costerà veramente poco.
Ho preparato in questo modo diversi pesci di mare e penso che sia valida per qualsiasi pesce di mare grasso e saporito.
Per fortuna dei buongustai, questi pesci sono di solito anche a buon mercato.
L'ho provata per la prima volta in Sardegna, dove le preparazioni più sono semplici e più sono gradite.

INGREDIENTI:

Tanti amici rustici, disposti a mangiar bene e che si succhieranno le dita.
Tanto vino.
Per questa preparazione, se si ha modo di tenerli ben freschi, perfetti sarebbero Nuragus (di Cagliari) e Vermentino.
Frizzanti e leggeri, anche perché si inizierà a gustarli molto prima di questa preparazione.
Altrimenti che picnic con grigliata sarebbe ?
Non esagerate, o qualcuno potrebbe usare poi la ricetta con la vostra patente....

Pesce azzurro. Almeno un paio di varietà tra questi:

Sardine (Sardina pilchardus).
Muggini (Mugil cephalus, alias Cefalo) che sia di un buon allevamento o "selvaggio", possibilmente con una macchia dorata sul muso.
Suri (Trachurus trachurus, alias sugarelli, surelli, iscelti, sauri ). Di buone dimensioni.
Sgombri.
Volendo si possono aggiungere delle Anguille ,non proprio "pesce azzurro".

Non devono essere troppo grossi ( i pesci troppo grossi non sono MAI troppo buoni). Vengono molto bene in fotografia...e basta.

A parere mio, le alici non sono consigliabili per questa cottura, troppo piccole e magre.

Sale GROSSO, GROSSO !!! (Il sale fino rovinerebbe tutto)
Acqua calda, quasi bollente (5 min sulla griglia, intanto che si forma la brace )
Prezzemolo
Aglio.

E' tutto, non occorre altro !!!

grigliataPREPARAZIONE:

Mettete tanto sale grosso nell'acqua calda insieme al prezzemolo sbriciolato ma non tritato e all'aglio schiacciato sotto un bicchiere.
Deve risultare quasi una salamoia e che sia in un contenitore largo e piatto.
Intingete un dito nel miscuglio e, se "ciucciandolo" sentite tutti gli ingredienti, la salamoia è OK!
Se vi scottate il dito la salamoia è troppo calda.
Se foste tentati di mettere aglio "in camicia" o tritato lasciate perdere e affidatevi alle solite salsicce o polletti ... .
Piuttosto mettetene poco, pochissimo, ma che si senta.

Arrostite bene il pesce e, quando sarà ben cotto, immergetelo, affondatelo, nella salamoia per i secondi sufficienti a fargli riprendere sugosità (contate fino a 20).
Contate di più se i commenti sono : "delicato, leggero,etc."
Il pesce lo avrete arrostito senza sale, per questo la salamoia deve essere "forte".

NOTE IMPORTANTI:

NON squamate il pesce. Non asportate la testa. Una volta pronto il pesche avrà un'espressione beata e vi sentirete meno in colpa.

Se preparate SARDINE, fidatevi e NON evisceratele (vale solo per le sardine).
Quando saranno cotte, le interiora rimarranno sode e perfettamente separate, ma non avrete perso il 90 % del sapore di mare.
Se non ci credete, nessuno vi impedisce di provare anche qualche porzione di sardine "pulite".

Buon appetito da Gianfranco alias Spugna
© Alieutica testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Rimini n. 3/2005 - SPINNING ON LINE
© Copyright 2003 - 2017  Tutti i diritti riservati.