Logo pinning On Line
• SPINNING ON LINE - Magazine per appassionati di pesca con esche artificiali

OPINIONI - GUERRA E PESCA

Di Michele Marziani (del 09/03/2006 @ 23:24:52, in Opinioni, letto 24527 volte)
Non so cosa pensiate della guerra che a breve esploderà in Iraq. Non so neppure se siete tra quelli che pensano che la pesca non c'entri nulla con la guerra e viceversa. Io amo mescolare la pesca con la vita, mi piace pescare e, come molti di voi sapranno, ho una passione profonda per un grande scrittore di cose di pesca che è stato, per me, anche un bravo scrittore tout court: Mario Albertarelli.
Beh, nella prefazione di un suo libro bellissimo - l'introvabile L'amo e la lenza - scrive: "Inquinare le acque è un crimine stupido, come è stupido fare la guerra". Sono d'accordo.
I vecchi pescatori di storioni del Po raccontano che gli storioni hanno cominciato a scomparire quando il fiume ha cominciato a rigettare i suoi morti, quando alla fine della seconda guerra mondiale, affioravano i cadaveri dei soldati. Quando mi è capitato di intervistare Romeo e Giulietto Berardinelli, due gemelli pescatori del Delta, mi hanno detto che la guerra è stata una maledizione. Che il fiume puniva gli uomini facendo scomparire gli storioni. Questa era, da parte dei pescatori del Po, la percezione della guerra.
Un arrotino parigino, durante un mio soggiorno in Francia, mentre passeggiavo lungo la Senna, mi confessò di aver compreso che la guerra sarebbe finita in breve tempo quando vide, nel 1944, alcuni signori con la canna da pesca lungo il fiume della capitale francese. Io credo che la pesca e la guerra siano due cose distanti, antitetiche. Chi ama la pesca, immagino, non può non detestare la guerra. Spero allora che si possa pescare presto sul Tigri e sull'Eufrate...
© Alieutica testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Rimini n. 3/2005 - SPINNING ON LINE
© Copyright 2003 - 2017  Tutti i diritti riservati.