Logo pinning On Line
• SPINNING ON LINE - Magazine per appassionati di pesca con esche artificiali

ITINERARI ESTERO - Lago del Mon Cenisio (FRANCIA)

Di Redazione (del 20/03/2006 @ 10:39:14, in ESTERO, letto 37188 volte)
Come arrivarci : Il lago si trova subito dopo il confine italo francese,per raggiungerlo occorre seguire l'autostrada A32 Torino-Bardonecchia prendendo l'uscita per Susa che si trova a circa 60 Km da Torino,poi proseguire per il Mon Cenisio sulla statale 25 (circa 45 minuti)

Descrizione del luogo : Il lago si trova ad una quota di 2083 metri sopra il livello del mare ed è di origine artificiale.Le tecniche di pesca utilizzabili sono le più svariate anche se la più utilizzataè la pesca col gallegiante,comunque essendo possibile pescare con due canne si possono utilizzare contemporaneamente più tecnoche.A sentire i pescatori del posto il momento più adatto per pescare è all'alba o al tramonto e preferibilmente col maltempo,ma vi assicuro che in tali condizioni fa veramente freddo soprattutto per la costante presenza di vento.La zona più pescosa del lago è quella superiore ma se volete prendere roba grossa non è li che dovete andare.
I pesci in questo lago,come ogni pesce di alta montagna che si rispetti,sono molto furbi,quindi munitevi di una buona pazienza e di tante esche.(le uova di salmone sono vietate)

Pesci presenti : Trote di lago e Cristivomer (trote canadesi). Ma non escluderei la presenza di altre pesci

Permessi : Se non possedete un permesso di pesca francese è possibile fornirsi di un permesso giornaliero del costo di 9 euro nei bar-ristorante presenti vicino al lago.

AGGIORNAMENTO Agosto 2010. Si ringrazia il Sig. Massimo Gasperi per la segnalazione. Riportiamo quanto comunicatoci.
" Lac du Mont Cenis: il permesso di pesca giornaliero costa 11 euro, quello per 15 giorni ne costa 30. Mi spiego meglio. Venendo dall’Italia, dalla val di Susa, si sale verso il passo ed ad un certo punto, già in Francia, prima dello sbarramento, anzi, proprio sotto alla diga, si incontra, sulla destra un Ristorante Albergo che si chiama La Scala. E’ gestito da una famiglia di italiani, gentilissimi. Lì si possono fare sia il permesso giornaliero ad 11 euro che quello vacanze che dura quindici giorni consecutivi e che costa 30 euro; con quest’ultimo permesso si può pescare per 15 giorni in tutta la Savoia (alta e bassa, in pratica nei dipartimenti numero 73 e 74), quindi anche sul lago del Moncenisio. Se uno invece è già sopra il “barrage” trova tutta una serie di negozi, bar e ristoranti, CHE NON VENDONO I PERMESSI; deve proseguire per circa due km dopo questi esercizi commerciali e trova, sulla sinistra, panoramico rispetto al lago, [che è sotto] un bar ristorante (gestito da francesi) dove vendono SOLTANTO, il permesso giornaliero ai soliti 11 euro. In questo lago ho pescato, due volte in giorni diversi ma, sempre, esclusivamente con il cucchiaino, e con fatica, ho preso una bella trota iridea di circa 400 gr.
Sfruttando il “permesso-vacanze” mi sono recato anche a pescare in un altro lago sempre in Savoia. Si chiama Plan d’Amont ( foto del lago). Vi si arriva solo a piedi ma la strada è una facile passeggiata, non come quella per il Lauvitel. Per raggiungerlo si deve arrivare ad Aussois che è una località sciistica molto vicino a Modane ed è posta ad oltre 1500 metri s.l.m. Da Aussois si procede sempre in salita fino ai due Barrage (sbarramenti) di Plan d’Aval (che come dice il nome è il più in basso) e Plan d’Amont. Attraverso una strada stretta ma asfaltata che dista circa 5/6 km dal centro abitato, si giunge ad un posteggio panoramicissimo qui siamo ai 2.000 metri s.l.m . Conviene lasciarvi la vettura [io son salito sul con il mio Camper e vi sono rimasto per un paio di giorni]. Il Plan d’Aval è vicinissimo, sarebbe in teoria pescabile ma vi si immette con forza un torrente che sposta la terra del fondale e ne rende le acque perennemente torbide … io l’ho scartato e sono passato decisamente al Plan d’Amont. Per raggiungerlo si sale, a piedi per circa 15 minuti, il dislivello è minimo e la salita dolce, in cima, prima del lago c’è ancora un altro posteggio che, andando con l’automobile può essere sfruttato (per me camperista era troppo piccolo). Il lago anche se artificiale è molto bello, e pieno di pesci, ma piuttosto ventoso ed assai freddo, ci sono trote e col cucchiaino non è impossibile catturarne."

L'itinerario è stato suggerito da: Damiano Fontan . Rivolgersi direttamente all'autore per qualsiasi delucidazione.

Mappa Francia


Previsioni meteo della zona Mappa aerea Itinerario
© Alieutica testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Rimini n. 3/2005 - SPINNING ON LINE
© Copyright 2003 - 2017  Tutti i diritti riservati.